L' isola senza memoria

Birrafraitrulli.it L' isola senza memoria Image

DIMENSIONE: 9,19 MB

AUTORE: Gian Mario Villalta

NOME DEL FILE: L' isola senza memoria.pdf

ISBN: 9788858130759

L' isola senza memoria PDF. L' isola senza memoria ePUB. L' isola senza memoria MOBI. Il libro è stato scritto il 2018. Cerca un libro di L' isola senza memoria su birrafraitrulli.it.

DESCRIZIONE

«La scrittura è sempre sorvegliata, sfrondata da giri sintattici.» - Raffaella De Santis, la Repubblica L'isola senza memoria di cui si parla nel libro è l'isola di Goli Otok in Croazia, divenuta tristemente nota per la presenza di un gulag jugoslavo destinato a ospitare gli oppositori al regime di Tito. Qui, dopo la rottura tra Stalin e Tito del 1948, vennero infatti deportati molti dei comunisti vicini alle posizioni staliniste. Il totale dei detenuti politici fu di circa 30.000 (circa 300 gli italiani), 4.000 circa i morti per torture o pestaggi. Solo nel 1956 l'isola cessò di essere un campo di 'rieducazione politica'. Ma per molti anni questa realtà non ebbe alcuna pubblica denuncia, non c'è stato un solo testimone che abbia consegnato quei fatti alla memoria. La conoscenza di Ligio Zanini, un poeta che fu prigioniero nel campo, pone all'autore una domanda ineludibile: come era stato possibile non sapere cosa era accaduto in un luogo così vicino alla sua casa? Assistiamo così, pagina dopo pagina, al nascere di una coscienza che si forma, per caso e per ostinazione, circoscrivendo il tema della responsabilità individuale di fronte agli eventi della storia.

L'isola senza memoria - Gian Mario Villalta - Anobii

«L'isola senza memoria». Villalta e gli orrori di Tito Lo scrittore friulano racconta la vicenda di Goli Otok, dove furono deportati trentamila oppositori del regime comunista jugoslavo.

L'isola dei senza memoria - Yoko Ogawa - eBook - Mondadori ...

L'isola senza memoria di cui si parla nel libro è l'isola di Goli Otok in Croazia, divenuta tristemente nota per la presenza di un gulag jugoslavo destinato a ospitare gli oppositori al regime di Tito. Qui, dopo la rottura tra Stalin e Tito del 1948, vennero infatti deportati molti dei comunisti vicini alle posizioni staliniste.

LIBRI CORRELATI